Studi eseguiti davanti ai dipinti da Giorgio Radice

L'Ultima Cena e La Salita al Calvario

San Ginesio, Collegiata

I disegni che seguono fanno parte di una nutrita serie di studi realizzati dal pittore Giorgio Radice e dedicati a due opere della piena maturità del Maestro caldarolese del Cinquecento, che a San Ginesio ha lasciato anche altri dipinti considerevoli. I disegni sono stati fatti a più riprese, con tecniche diverse e spesso ripetuti per trarne versioni più convincenti.

Il metodo grafico usato potrà apparire obsoleto in tempi di immagini computerizzate e di realtà virtuali; tuttavia riteniamo che proprio in questa esuberante elettronizzazione del mondo dell'immaginario nel quale noi oggi viviamo esso possa trovare un senso, una ragione e di conseguenza avere una sua paradossale attualità.

Vi sono rapidi schizzi, a volte con annotazioni, e lavori più definiti, tutti comunque eseguiti con l'intento di penetrare meglio il lavoro di Simone De Magistris e di coglierne il sentimento che lo anima. L'autore si è sbizzarrito con le tecniche più varie: dalla semplice matita al carboncino alla sanguigna, dall'inchiostro diluito all'acquerello al pastello senza una precisa continuità stilistica, e il risultato è un dialogo vivace tra le opere studiate, l'occhio e la mano, dove il piacere dell'osservare si fonde con quello dello scoprire e del capire.

   
 

Con il lavoro della mano, con il disegno siamo entrati nell'intimo
di uno sconosciuto per un colloquio valido, ricco di conseguenze:
abbiamo imparato.

Le Corbusier

       
 

L'Ultima Cena
(foto di Albo Tardella)

L'ULTIMA CENA
San Ginesio, Collegiata


(clicca per ingrandire)

       
    Vedi anche
l'Artista e la misura - Analisi strutturali delle opere
 
       

       
 

La Salita al Calvario
(foto di Albo Tardella)

LA SALITA AL CALVARIO
San Ginesio, Collegiata


(clicca per ingrandire)

     
    Vedi anche
l'Artista e la misura - Analisi strutturali delle opere