visita la galleria

Casa tra gli alberi
La coppa neoclassica
Case di periferia
Cascina
Ritratto di Nadia
Autoritratto dei sedici anni
Tetti al sole
La lettura
Campagna lombarda
Cucine della caserma, d'inverno
La squadra spuntata

 
 

visita la galleria

3 opere del periodo astratto. Superfici sensibilmente modulate,
tonalità monocromatiche o quasi, lievissime strutture sono le
componenti tendenti a quella “armonia nascosta, più forte”
secondo Eraclito “di quella apparente”.

Labile equilibrio
Espansione diagonale
Apice

 
 

visita la galleria

Notturno della rosa
Piazza della pace celeste 1989
La straniera
Zigzagando
6 momenti zen
Ritratto di Miche
Profilo in azzurro
Autoritratto grigio
Odigiotto
Volo di foglie
Arriccia il naso
Ritratto di Dona
Autoritratto
 
 

visita la galleria

Il soggetto "Priapo e le maliarde" è tratto da una Satira di Orazio, l’VIII del libro I.
In una atmosfera cupa e vagamente infernale la vicenda è interpretata
con vivace ed espressiva rudezza. Raffigura l’attimo in cui Sagana e Canidia
(le due streghe), vaganti in un antico cimitero alla ricerca di ossa ed erbe velenose, sono colpite dall’improvviso schianto prodotto dal dio itifallico. Terrorizzate per il rumore che rimbomba nel silenzio notturno, reagiscono con atteggiamenti sguaiati e un po’ osceni che tuttavia risultano soltanto buffi o grotteschi.

Priapo e le maliarde (penna)
Priapo e le maliarde (tecnica mista su carta)
Priapo e le maliarde (tecnica mista su carta)
Priapo e le maliarde (olio su tela)
 
 

Studi grafici di due opere nella Collegiata di San Ginesio (MC)
Nutrita serie di disegni eseguiti davanti alle opere del pittore e scultore marchigiano del XVI Sec.

De Magistris: un quadro manomesso due volte
L'Utima Cena della Pinacoteca di Sarnano (MC)

 

 

visita la galleria

Spazio interiore, luogo dell'anima, di stupiti sguardi in una età ancestrale. Spazio di nascita, di intuizione, dove la fantasia inizia il suo volo e si epifanizza in coinvolgenti immagini simboliche.
Spazio dove l'Esistente è sentito, incorporato, annunciato.
Il lavoro di Radice è il tentativo di esprimerne, mediante motivi intelligibili - e non privi di tratti ironici - (l'orizzonte, il monolite, l'augure, il temenòs, la dèa primigenia, il serpente antico), l'aleggiante spirito poetico.

Monolite tra cielo e terra
Eurinome
L'ombra della nuvola
La donna e la pietra
Montagna sacra
Tra le pietre
Fantasia con drago celeste
Eurinome
Pietra feconda



 

 

s