[Galleria] [>>] 1 2 3 4
 

Studio di composizione e
movimento per il soggetto
“Priapo e le maliarde”
(penna - cm 15x19)

Il soggetto Priapo e le maliarde è tratto da una Satira di Orazio, l’VIII del libro I. In una atmosfera cupa e vagamente infernale la vicenda è interpretata con vivace ed espressiva rudezza. Raffigura l’attimo in cui Sagana e Canidia (le due streghe), vaganti in un antico cimitero alla ricerca di ossa ed erbe velenose, sono colpite dall’improvviso schianto prodotto dal dio itifallico. Terrorizzate per il rumore che rimbomba nel silenzio notturno, reagiscono con atteggiamenti sguaiati e un po’ osceni che tuttavia risultano soltanto buffi o grotteschi.